Equipe Dentale Lucerna - Clinica Dr. Schulte

Denti fissi in un solo giorno

Qualsiasi paziente può ricorrere agli impianti?

In linea di principio sì, con pochissime eccezioni, ad esempio in presenza di gravi malattie allergiche oppure dopo una radioterapia nella regione mascellare.

↑ torna al sommario

Per quali pazienti è adatta la procedura „protesi fissa in un giorno“?

Questo procedimento è applicabile per quei pazienti a cui devono essere estratti tutti i denti o che sono già edentuli (completamente privi di denti).

↑ torna al sommario

Qual è la durata di un impianto dentale?

Secondo l’attuale stato delle conoscenze, il tasso di perdita a lungo termine è molto basso. Dieci anni dopo l’intervento oltre il 90% degli impianti realizzati da implantologi esperti sono ancora perfettamente funzionali. Gli impianti sono dunque in grado di durare per tutta la vita. Perché gli impianti abbiano una „vita“lunga e serena, è fondamentale una buona igiene orale. Nelle statistiche i forti fumatori incontrano problemi più di frequente (infiammazioni e perdita di sostanza ossea) rispetto ai non fumatori.

↑ torna al sommario

Come fare quando l’osso che deve ricevere l’impianto è insufficiente?

Per poter applicare il metodo All-On-Four è necessario che la sostanza ossea sia sufficiente ad accogliere ed ancorare stabilmente quattro impianti. Grazie all’inserimento inclinato degli impianti posteriori, ciò è molto spesso il caso anche in presenza di forte riassorbimento osseo. Con l’aiuto della tomografia computerizzata siamo in grado di eseguire una precisa misurazione tridimensionale dell’osso in questione. Se il riassorbimento osseo dovesse risultare effettivamente troppo avanzato, la pianificazione dell’intervento sarà modificata di conseguenza. Nella mascella (mascellare superiore), ad esempio, esiste la possibilità di inserire impianti zigomatici, che vengono inseriti non nella mascella bensì nell’osso zigomatico, e possono così essere ancorati stabilmente anche in caso di forte atrofia dell’osso mascellare. Per la mandibola si ricorre talvolta a impianti provvisori per sostenere solidamente la protesi, ricostruendo nel corso dello stesso intervento l’osso che dovrà accogliere i „veri“ impianti. Il nostro obiettivo è comunque sempre una protesi fissa immediata, per risparmiare ai nostri pazienti una protesi mobili durante la fase di guarigione.

↑ torna al sommario

Quanti appuntamenti sono necessari per una riabilitazione completa con protesi fisse?

Il grande vantaggio del metodo All-On-Four è che richiede un solo intervento. Così il numero di sedute di trattamento si riduce notevolmente, cosa che viene incontro a chi ha un’agenda fitta di impegni oppure viene da lontano.

Di regola, per la pianificazione, l’intervento e la protesi provvisoria sono necessari da tre a quattro appuntamenti, a distanza di 1-2 settimane l’uno dall’altro. Alcuni mesi dopo ci vorranno altri tre appuntamenti per realizzare la protesi definitiva.

↑ torna al sommario

Dopo l’intervento si sente dolore? Per quanto tempo si è inabili al lavoro?

Immediatamente dopo l’intervento non si avverte di solito alcun dolore grazie ai farmaci somministrati durante l’anestesia. I dolori che insorgono successivamente sono di regola sopportabili e controllabili con gli analgesici da noi forniti. Nei primi giorni il gonfiore potrà sicuramente essere percepito e anche visibile. Nella maggioranza dei casi dopo una settimana i disturbi sono completamente scomparsi e si può riprendere l’attività lavorativa.

↑ torna al sommario

Quanto è sicura l’anestesia totale, ed è obbligatoria per questo intervento?

L’anestesia generale praticata da un anestesiologo esperto è oggigiorno un procedimento molto sicuro. I nostri anestesisti verificano prima dell’intervento per ciascun paziente che un’anestesia totale ambulatoriale non comporti pericoli, informandosi se necessario presso il medico di famiglia o lo specialista curante.

In caso di riabilitazione contemporanea di ambedue i mascellari è decisamente consigliabile l’anestesia generale. Per la riabilitazione di un’unica arcata è invece anche possibile un trattamento in anestesia locale, su richiesta abbinata a sedazione cosciente.

↑ torna al sommario

Come si pulisce la protesi All-On-Four?

Le nostre igieniste dentali, specializzate e qualificate, presentano e spiegano ai pazienti la tecnica di pulizia più adatta a ciascuno di loro. La protesi è fatta in modo da permettere una pulizia efficace anche al di sotto con uno speciale filo interdentale. In questo modo si può mantenere la perfetta pulizia dell’area intorno agli impianti. Di solito, con soli quattro impianti per arcata la pulizia risulta molto più facile che in caso di ponti su sei o otto impianti.

↑ torna al sommario

Cosa fare quando la protesi viene danneggiata?

Se un dente della protesi All-On-Four si spezza, ad esempio mordendo un sassolino o un nocciolo di ciliegia, non è un dramma: in pochi minuti possiamo svitarla e ripararla nel nostro laboratorio. Questo è un grande vantaggio rispetto ai ponti cementati, che non si possono più rimuovere.

↑ torna al sommario

Prima di decidermi posso parlare con qualche paziente che ha già effettuato una riabilitazione completa con denti fissi?

    Non c’è problema. Abbiamo una lista di pazienti che saranno lieti di raccontare come hanno vissuto questo trattamento.

↑ torna al sommario