Equipe Dentale Lucerna - Clinica Dr. Schulte

Impianti

Mascellare edentulo (sdentato) e riabilitazione completa con impianti

herausgenommene Vollprothese

La perdita di tutti i denti significava finora la necessità ineluttabile di portare una protesi totale (dentiera) con le ben note conseguenze: piaghe, tenuta spesso insufficiente delle protesi sopratutto nel mascellare inferiore, capacità masticatoria ridotta, alterazioni del gusto, talvolta conati di vomito o difficoltà  di pronuncia.

La pressione esercitata dalla protesi può inoltre accentuare l'atrofia dell’osso mascellare, con ulteriore peggioramento della tenuta. Le protesi maladattate non offrono un sostegno adeguato alle parti molli del volto, in particolare alle labbra, dando ai pazienti un aspetto invecchiato e favorendo la formazione di rughe nelle zone del viso collassate. E non va sottovalutato neanche l’effetto psicologico, visto che per molti la protesi totale è simbolo di vecchiaia.

Zahnloser Kiefer vor ImplantasbehandlungZahnloser Kiefer nach Versorgung mit Implantaten

Miglioramento visibile della qualità di vita:
Paziente edentula di 57 anni prima e dopo l’inserimento di una protesi fissa su impianti: L’ottimo sostegno di labbra e guance mantiene tesa la pelle e regala un aspetto nettamente più giovanile.

Con gli impianti dentali siamo oggi in grado di spezzare questo circolo vizioso. Bastano già 2-4 impianti con attacchi a sfera o di altro tipo per garantire alla dentiera una perfetta stabilità. Con soluzioni più complesse, oggigiorno è persino possibile nella maggior parte dei casi ancorare ponti fissi in mascelle edentule: l’antico sogno della “dentiera fissa” è ormai diventato realtà, e ristabilisce per molte persone un importante aspetto della qualità di vita.

Un settore che da molti anni costituisce una delle principali competenze della nostra attività implantologica è la riabilitazione completa sia di pazienti edentuli, che di pazienti a cui devono essere estratti tutti i denti. Qui di seguito presentiamo i principali metodi da noi impiegati per la realizzazione di protesi, mobili e fisse, per la mascella edentula.

↑ Torna al sommario

Protesi mobile su impianti

Questa è l’alternativa più semplice e spesso anche la più conveniente per il trattamento implantare del paziente edentulo. Questo tipo di impianto è indicato soprattutto per i pazienti che già portano una protesi ma sono insoddisfatti della sua tenuta. In presenza di forte atrofia dell’osso mascellare – che insorge dopo aver portato una protesi dentaria per anni – una protesi mobile ancorata su impianti è talvolta da preferirsi ad una costruzione fissa. Sugli impianti inseriti nell’osso mascellare vengono avvitati elementi di ancoraggio (attacchi a sfera o barra) sui quali poi la protesi verrà innestata e troverà un sostegno sicuro.

Druckknopf-Anker und Steg

Gli attacchi a sfera e la barra garantiscono una tenuta sicura della protesi

Locator-Halteelemente

Gli elementi di ancoraggio Locator® sono speciali attacchi a sfera con i quali siamo in grado di regolare con la massima precisione la tenuta della protesi secondo le esigenze del paziente. Nel caso la tenuta dovesse diminuire, gli attacchi Locator possono essere sostituiti in pochi minuti.

Naturalmente la protesi va comunque tolta e pulita dopo i pasti, ma la buona tenuta offre una piacevole sensazione di sicurezza e, in confronto ad una normale dentiera, un comfort di masticazione di gran lunga superiore. Nella mandibola sono necessari almeno due impianti, ciascuno dei quali dotato di attacco a sfera, ma in genere preferiamo impiegare costruzioni su tre impianti con attacchi a sfera, dato che la protesi con triplice ancoraggio è notevolmente più stabile e non traballa né si ribalta neanche dando un morso con gli incisivi.

Un’ulteriore alternativa consiste nell’inserimento di quattro impianti collegati da una barra in metallo nobile o titanio, sulla quale poi la protesi si innesta con estrema precisione. Il vantaggio delle protesi con attacco a barra è la possibilità di carico immediato: la protesi viene consegnata al paziente già il giorno successivo all’inserimento degli impianti, permettendogli di masticare subito normalmente e di evitare la fastidiosa fase di guarigione. Per la protesizzazione della mascella non raccomandiamo l’attacco a sfera, bensì protesi con attacco a barra su 4-6 impianti, anche se in genere risulta più vantaggiosa una soluzione fissa con un ponte su impianti.

Caso clinico I dal nostro studio

Protesi mobile su impianti

Protesi mobile su impianti Protesi mobile su impianti

Paziente di 55 anni dopo un restauro completo con inserimento di 4 impianti nella mandibola e protesi mobile ancorata su barra. La solida tenuta della protesi garantisce un buona capacità di masticazione.

Protesi mobile su impianti

Caso clinico II dal nostro studio

Protesi mobile su impianti

Protesi mobile su impianti Protesi mobile su impianti

Questa paziente di 39 anni, ex fotomodella, si era sottoposta parecchi anni fa ad un restauro dentale nell’Europa dell’Est, durante il quale le sono stati ricoperti tutti i denti. Purtroppo però il lavoro è stato eseguito con tale imperizia che al di sotto delle corone sono insorte una grave parodontite e carie. Quando si è presentata nel nostro studio, la paziente soffriva di una grave depressione causata dalla vergogna di mostrare in pubblico i propri denti in pessimo stato.

Protesi mobile su impianti Protesi mobile su impianti Protesi mobile su impianti Protesi mobile su impianti

È stato necessario rimuovere tutti i denti della mascella. A causa della notevole perdita di tessuto osseo abbiamo optato per una protesi con attacco a barra su 8 impianti. Estrazione dei denti, innesto osseo e inserimento degli impianti sono stati eseguiti in anestesia totale durante un’unica seduta.

Protesi mobile su impianti

A riabilitazione completata, la paziente ha ritrovato il sorriso e superato la depressione.

↑ Torna al sommario

Protesi fissa su impianti - Denti fissi in un giorno

Oggigiorno un numero sempre crescente di pazienti desidera una soluzione implantare che non faccia ricorso a protesi mobili ma crei "denti fissi" in grado di eguagliare in aspetto e sensazione i denti naturali. Finora, tuttavia, queste riabilitazioni implantari complete si rivelavano estremamente laboriose, visto che richiedevano l’inserimento di sei oppure otto (e talvolta fino a dieci) impianti per osso mascellare, e spesso anche un innesto osseo. Per il paziente ciò significava costi molto elevati, decisamente non alla portata di tutte le borse. Inoltre, fino all’installazione definitiva del ponte il trattamento poteva durare fino a 12 mesi, con fastidiose fasi di guarigione di molti mesi, da passare portando una dentiera mobile.

Grazie ai progressi dell’implantologia siamo ora in grado di offrire ai nostri pazienti soluzioni considerevolmente più rapide e agevoli, con maggiore sicurezza e costi meno elevati.

All-On-Four-Method All-On-Four-Methode - Neigung der hinteren Implantate

Il metodo All-on-4™ consente di realizzare una riabilitazione immediata tramite protesi fissa con soli quattro impianti per osso mascellare. Gli impianti posteriori sono inseriti con un’inclinazione di 30-45 gradi, riuscendo così in genere ad eliminare la necessità di un innesto osseo e consentendo di evitare strutture anatomiche critiche come il seno mascellare e il nervo sensorio nella mandibola.

Una volta inseriti i quattro impianti (i denti ancora presenti possono essere rimossi nel corso dello stesso intervento), su di essi viene avvitato un ponte provvisorio approntato in precedenza. Il paziente lascia perciò lo studio con denti fissi e sottoponibili a carico masticatorio. Circa tre mesi dopo verrà infine installato il ponte definitivo.

Tutti gli studi scientifici attestano un’altissima percentuale di successo per le protesi fisse su impianti eseguiti con la tecnica All-on-4. I ponti All-on-4 hanno una durata altrettanto lunga e un’affidabilità equivalente rispetto ai costrutti ancorati con sei o più impianti, ed oltre a ciò permettono di evitare l’innesto osseo, gravoso per il paziente e non esente da rischi, e di ridurre notevolmente i tempi ed i costi del trattamento. Per tutte queste ragioni diamo la preferenza al metodo All-on-4 per le ricostruzioni totali su impianti.

A causa della nostra vasta esperienza con questo metodo siamo convinti della longevità delle costruzioni All-On-Four. Perciò concediamo ai nostri pazienti una garazia di 10 anni contro la perdita d'impianto.

 

In caso di massiccia atrofia ossea del mascellare superiore, ad esempio quando si è portata una protesi totale per anni, spesso l’osso è completamente assente, rendendo impossibile un normale impianto. In questi casi gli impianti zigomatici rappresentano una valida alternativa ad un’esteso trapianto osseo.

Per ulteriori informazioni esaustive su "denti fissi in un giorno" cliccate qui

Caso clinico I dal nostro studio

Metodo All-on-4

Metodo All-on-4 Metodo All-on-4

Uomo di 43 anni con grave parodontite in stadio avanzato, di cui per anni ha rinviato il trattamento per paura. Quando infine si è rivolto a noi, numerosi denti erano già instabili. Il paziente soffriva di forti dolori cronici e di seri problemi psicologici. L’esame ha rilevato che si era già verificata una considerevole perdita di tessuto osseo. Si sono dovuti rimuovere tutti i denti. Il paziente, proveniente dall’estero, desiderava una riabilitazione completa in anestesia generale. Essendo un personaggio con attività pubblica, era particolarmente interessato ad un trattamento di durata più breve possibile, e desiderava avere "denti fissi" sin dall’inizio.

Metodo All-on-4

In un intervento eseguito in anestesia generale sono stati estratti tutti i denti, e poi sono stati inseriti quattro impianti nella mascella e quattro nella mandibola secondo il metodo All-on-4. Grazie alla particolare tecnica di questo procedimento si è potuto rinunciare ad ampi innesti o trapianti ossei malgrado la considerevole atrofia dei mascellari. Ciò ha consentito un carico immediato dell’impianto con una protesi fissa già il giorno stesso dell’intervento, evitando al paziente un’attesa di lunghi mesi con provvisori mobili.

Metodo All-on-4 Metodo All-on-4 Metodo All-on-4

Caso clinico II dal nostro studio

Metodo All-on-4

Metodo All-on-4 Metodo All-on-4 Metodo All-on-4

In questa paziente di 49 anni una parodontite in stadio avanzato ha causato una migrazione dei denti: la forza masticatoria ha allontanato l’uno dall’altro i denti allentati, disponendoli a ventaglio. Le immagini in alto mostrano la situazione prima del trattamento. La paziente, che tiene molto ad avere un aspetto curato, era comprensibilmente insoddisfatta del proprio stato e desiderava un restauro completo. In un intervento sotto anestesia generale sono stati rimossi i denti della mascella e contemporaneamente inseriti quattro impianti seguendo lo schema di trattamento All-on-Four. 5 ore dopo alla paziente è stato applicato un provvisorio fisso, avvitato sugli impianti (riabilitazione immediata). Nella mandibola, con un trattamento parodontale si è potuta salvare la maggior parte dei denti, ed è stato sufficiente un solo impianto. Le immagini in basso mostrano la paziente con la protesi definitiva tre mesi dopo l’intervento.

Metodo All-on-4 Metodo All-on-4 Metodo All-on-4

Caso clinico III dal nostro studio

Otto impianti nella mascella

Gli esempi I e II illustrano il metodo All-on-4 con un ponte fisso su quattro impianti. In casi particolarmente impegnativi, tuttavia, può essere talvolta utile effettuare il restauro della mandibola non con una protesi circolare monopezzo bensì con vari ponti implantari in ceramica separati. Per questo procedimento molto impegnativo è necessario di regola inserire nella mascella otto impianti, mentre per la mandibola sono solitamente sufficienti sei impianti. L’obiettivo finale è comunque una riabilitazione immediata fissa (carico immediato) nell’area degli impianti anteriori, in modo da evitare al paziente i vari mesi della sgradevole fase di guarigione, da passare con una protesi provvisoria mobile.

Otto impianti nella mascella Otto impianti nella mascella Otto impianti nella mascella

Sempre più insoddisfatta dell’estetica dei ponti della mascella superiore, ormai vecchi di 20 anni, questa donna di 65 anni si è rivolta al nostro studio. Dagli esami esplorativi è emerso che la sostanza dentale al di sotto del ponte presentava danni estesi dovuti alla carie. La prognosi per i denti pilastro al di sotto delle corone era talmente negativa che non è apparso consigliabile rinnovare i ponti montati sui denti esistenti. La paziente ha allora optato per una riabilitazione completa con estrazione di tutti i denti della mascella e restauro tramite otto impianti e quattro ponti separati in ceramica. Per la riabilitazione della mandibola sono stati previsti tre impianti ed il restauro di tutti i denti con corone singole in ceramica integrale.

Otto impianti nella mascella

Innanzitutto è stata effettuata un’attenta pianificazione sulla base di radiografie, modelli e fotografie. La tomografia computerizzata (DVT) ha consentito di eseguire un’analisi tridimensionale dell’osso mascellare e una simulazione virtuale al computer dell’intervento di impianto.

L’intervento è stato effettuato in anestesia generale: contemporaneamente all’estrazione dei denti si sono potuti così inserire otto impianti stabili nella mascella. L’impianto posteriore destro a richiesto un innesto osseo (sinus lift). Inoltre abbiamo effettuato un innesto gengivale con trapianto di gengiva per rinforzare la mucosa circostante gli impianti e prevenire la retrazione delle gengive. Al termine dell’intervento, sui sei impianti anteriori è stato fissato un ponte provvisorio prefabbricato, mentre i due impianti posteriori hanno raggiunto la guarigione senza carico.

Otto impianti nella mascella Otto impianti nella mascella Otto impianti nella mascella

Sei mesi dopo gli impianti si presentavano solidamente integrati con l’osso, permettendo di realizzare il restauro definitivo. Dopo una presa di impronta, sugli impianti della mascella sono stati avvitati monconi in ceramica su misura ("abutment") realizzati dal laboratorio odontotecnico, sui quali sono stati cementati i quattro ponti separati non metallici in ceramica integrale.

Otto impianti nella mascella Otto impianti nella mascella Otto impianti nella mascella Otto impianti nella mascella

↑ Torna al sommario